BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

giovedì 28 settembre 2017

attacchi omofobi in #Australia

Mentre il voto per corrispondenza sull’uguaglianza del matrimonio in Australia è in corso, nella stampa continuano ad apparire nuove segnalazioni di attacchi omofobi. Di conseguenza, le finestre di una casa a Woolloongabba, Australia, erano distrutte da un uomo, che poi ha urlato gli insulti omofobici.

Al punto, Olivia Hall, 22 anni, vive con la sua compagna a Brisbone, in Australia. Quando nel paese è stata avviata l’indagine per corrispondenza, la giovane donna era stata un’attiva sostenitrice del “Sì”. Ha coperto la sua casa con le bandiere e i segni arcobaleno, che dicevano “Vota sì per l’uguaglianza del matrimonio”, “Amore fa famiglia” e “Amore uguale” in solidarietà con le persone LGBTI dell’Australia. Il 24 settembre 2017 Olivia ha improvvisamente sentito la voce di un uomo, che urlava: “Che fricchettone è questa merda?”. Poi ha sentito il suono di una finestra rotta. Di conseguenza, le finestre della casa delle donne erano rotte e un segno del “Sì” è strappato via dalla recinzione, ma per fortuna nessuno era ferito.

La comunità LGBTQ dell’Australia era indignata con l’incidente e non ci è voluto molto per unirsi in difesa di Hill e la sua coinquilina. James Breko del movimento DIY Rainbow ha creato una pagina su GoFundMe per aiutare a pagare per le riparazioni della casa di Hill.

In soli 25 minuti, hanno raccolto più di necessario per riparare le finestre. I soldi extra pagheranno una bella cena per le ragazze e il resto andrà per l’Equality Campaign.

Bellezza-Benessere-300-x-250_2


















0 commenti: