BOTTONI [1]

giovedì 1 giugno 2017

#macron sollecita #Putin sui diritti Lgbti in Cecenia e Russia

Nel primo incontro bilaterale tra i due Capi di Stato, Macron ha sollevato la questione al presidente russo, garantendo la “massima vigilanza sui diritti”

Durante il suo primo incontro con Vladimir Putin – avvenuto nella cornice di Versailles, vicino Parigi – il neo eletto presidente francese, Emmanuel Macron ha preso di petto la questione dei diritti delle persone Lgbti in Cecenia e in Russia.

A chiarirlo nel corso della conferenza stampa congiunta con il corrispettivo russo lo stesso Macron, che alla stampa ha detto di aver sollevato la questione nel corso dell’incontro a porte chiuse con Putin.

Macron: «Sarò costantemente vigile sui diritti delle persone Lgbti in Russia»

«Ho ricordato al presidente Putin l’importanza ha per la Francia il rispetto verso tutte le persone, tutte le minoranze e tutte le opinioni nella società civile. – ha detto il presidente Francese – Abbiamo sollevato il caso delle persecuzioni subite dalle persone Lgbti in Cecenia, ma anche il più vasto tema dei diritti delle persone Lgbti e delle ONG in Russia in generale. Su questi punti ho indicato con precisione a Putin le aspettative della Francia e abbiamo concordato un costante monitoraggio congiunto».

Macron ha anche aggiunto: «Il presidente Putin mi ha assicurato di avere assunto alcune iniziative sulla questione delle persone Lgbti in Cecenia. Misure per chiarire la verità sulle azioni delle autorità locali e per correggere i punti più delicati».

«In ogni caso, – a concluso sul tema il Presidente francese – per quel che di mia competenza, sarò costantemente vigile su questi temi che corrispondono ai nostri valori».

Presunta omosessualità di Macron, “opera di disinformazione venuta dalla Russia”

Macron è anche tornato sulle voci di una suo presunta omosessualità, le cui voci sarebbero state messe in giro ad arte proprio da un sito di informazione di stato russo durante la campagna elettorale francese per danneggiare la sua corsa all’Eliseo.

Il sito russo Sputnik aveva sollevato dubbi sulla reale natura del matrimonio di Macron con Brigitte, la sua ex professoressa di 23 anni più grande di lui, riportando “persistenti voci sulla sua presunta “doppia vita” come omosessuale, per di più nelle mani di “una ricca lobby gay”.

«La mentalità che sta dietro queste falsità è vile – ha detto il presidente francese – perché ritiene impossibile che un uomo viva con una donna più grande senza essere un omosessuale nascosto o una sorta di gigolò. Si tratta di misoginia. E anche di omofobia».

«Se fossi omosessuale, lo direi e lo vivrei».

Andrea Maccarrone






IT_Mode-Accessoires-300-x-250

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO