BOTTONI [1]

giovedì 4 maggio 2017

ogni #famiglia è una #rivoluzione

Nel 2008 Ferrara aveva organizzato la sua prima Festa delle Famiglie: una piazza gremita da oltre 200 persone che “è servita da esperienza pilota, e che è stata presentata al Nelfa, il Network of European Lgbtiq Families Associations”, spiega Roberta Zangoli, del direttivo nazionale Famiglie Arcobaleno. Da allora, secondo le proprie peculiarità sociali e giuridiche, ogni paese ha declinato la Festa delle Famiglie in eventi e manifestazioni.

La Festa delle Famiglie – International Family Equality Day (Ifed) è oggi un evento promosso dal Nelfa nella giornata del 7 maggio; l’anno scorso l’Italia ha partecipato con un’unica manifestazione nazionale, quella di Milano, e quest’anno invece la festa sarà declinata localmente.

Tra le 74 città in 36 nazioni di tutto il mondo che organizzeranno eventi in contemporanea c’è anche Ferrara, unica città in Regione: “è un’occasione per farci conoscere dalla società civile e fare rete con le tante realtà associative della città”, fa sapere Henry Gallamini, referente interno Famiglie Arcobaleno di Emilia Romagna e Marche.

L’appuntamento ferrarese del 7 maggio sarà in Piazza XXIV Maggio, a partire dalle 15: “un luogo aperto per una discussione larga”, spiega l’assessore alle pari opportunità Annalisa Felletti, ricordando come “la città abbia sempre riconosciuto piena e pari dignità alla pluralità del panorama familiare, e questa esta ne è un ulteriore esempio”.

‘Ogni famiglia è una rivoluzione’, recita lo slogan della giornata, e le famiglie sono tante e sono diverse: c’è quella tradizionale – “che poi tanto tradizionale non è più” – quella ricomposta, quella monogenitoriale, quella allargata, quella omogenitoriale. Ad accomunarle “è la necessità che sia un luogo accogliente e sereno per i bimbi”, spiegano, e questo a prescindere dalla conformazione della famiglia stessa.

Per questo la Festa del 7 maggio “è di tutte le famiglie della città, di tutti i tanti e diversi contesti famigliari”, evidenzia Donatella Mauro, dirigente della Direzione pedagogica dell’Istituzione Servizi Educativi. E il momento di condivisione e convivialità “si terrà in un luogo che è sede naturale dell’incontro tra famiglie, qui al Centro Isola del Tesoro”, precisa la responsabile Coordinamento pedagogico Servizi Educativi Bianca Orsoni. Una piazza intera, insomma, per tutti i genitori e per tutti i bambini, “una festa inclusiva, plurale, per fare rete con le tante associazioni che hanno al centro la famiglia, per aiutarci per il bene dei nostri figli”, continuano i relatori.

La Festa del 7 maggio avrà un doppio filo conduttore: quello ludico, pensato per grandi e piccini – ci saranno laboratori e attività, dalle manovre salvavita pediatriche al trucca bimbi – e quello informativo, che si svilupperà in un ‘incontro di gruppo’, dalle 15.30 alle 17.30. “Si tratterà di un momento di discussione plurale per affrontare temi importanti, quello della nonviolenza e dell’inclusività dall’infanzia all’adolescenza”, spiega Gallamini. All’incontro sono attesi la psicoterapeuta Chiara Baiamonte, Alessandro Bruni e Francesca Massellani (ass. Dammi la mano), Paola Castagnotto (Centro Donna Giustizia), l’avvocato Michele Giarratano, Samanta Picciaiola (Falling Book), Gabriella Podbnich (Genitori Rilassati), Michele Poli (Centro Ascolto Uomini maltrattanti), Emanuela Zucchini (Agedo).

“La visibilità è un mezzo per la conoscenza: siamo famiglie come le altre, e questa Festa credo sia un seme positivo per tutta la città”, conclude Zangoli.

Durante la giornata – concomitante con la partita della 40ma giornata di Serie B – la zona di Piazza XXIV Maggio potrà essere soggetta a modifiche alla viabilità, che saranno comunicate preventivamente.

Silvia Franzoni

1 euro 970x250







0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO