PUBBLICITA'- RISTORANTE IL FEUDO

BOTTONI [1]

giovedì 20 aprile 2017

la #laicità della Spagna

Il leader socialista spagnolo Pedro Sanchez, secondo nei sondaggi, lancia il suo programma in materia di educazione scolastica durante un incontro con i sindacati

Via tutte le religioni dalle scuole pubbliche. Il leader socialista Pedro Sánchez, detto El Guapo (il Bello) per il suo fisico, 43 anni, economista e segretario della Rosa dal giugno scorso nelle prime primarie a lista chiusa del partito, ha annunciato stamani la sua linea di condotta in materia educativa, che più laica non si può. 

Incontrando i sindacati della scuola, Sánchez sorpassa in laicità persino l’ex premier socialista (tra il 20024 ed il 2011) José Luis Rodríguez Zapatero. «Nel nostro modello di scuola pubblica non entrano l’integrazione né l’insegnamento, né la materia delle confessioni religiose – ha tuonato Sánchez, che stando ad un sondaggio di El País di ieri sarebbe secondo nelle intenzioni di voto, con il 21, 9%, a un soffio dal primo classificato, Podemos, sinistra radicale, con il 22, 1%). Per conseguirlo, promuoveremo le riforme legislative necessarie, così come quelle degli accordi internazionali». 

In altre parole, Pedro El Guapo prevede, se vince le legislative previste per fine anno, la deroga del Concordato con il Vaticano, sottoscritto dal dittatore Francisco Franco nel ’53 e rivisto nel ’79, con il ritorno della democrazia. Fino a Zapatero, l’insegnamento religioso (cattolico ma anche islamico in 40 scuole di Spagna) è previsto nell’orario come materia optional. Con il premier popolare (centro destra) Mariano Rajoy, l’ora di religione rimane tale, però fa media.

Gian Antonio Orighi

banners FR Image Banner 728 x 90
Autumn/Winter Arrivals





Autumn/Winter Arrivals

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO