PUBBLICITA' - RISTORANTE IL FEUDO

BOTTONI [1]

sabato 29 ottobre 2016

i figli adottati da genitori #gay crescono allo stesso modo degli altri

I risultati di uno studio decennale mostrano come stress e problemi di coppia siano le prime cause dei disturbi comportamentali dei bambini, indipendentemente dall’orientamento sessuale dei genitori.

La scienza torna a esprimersi sulla questione dei figli di genitori gay. E ancora una volta parla chiaro: uno studio dell’Università del Kentucky, infatti, la cui autrice Rachel H. Farr ha osservato per più di dieci anni vari aspetti di vita famigliare di coppie omosessuali ed eterosessuali con un figlio adottivo, ha dimostrato che l’orientamento sessuale dei genitori non influisce in alcun modo sullo sviluppo dei bambini. In particolare, i problemi caratteriali che emergono in età pre-adolescenziale sembrerebbero più che altro imputabili a fattori di stress come i continui litigi tra i propri genitori, ossia a delle dinamiche del tutto indipendenti dal loro orientamento sessuale.

I risultati di Farr, pubblicati su Developmental Psychology, provengono da ripetute osservazioni sull’evoluzione dei rapporti di circa 100 famiglie adottive. In particolare, la psicologa ha seguito i bambini dai cinque anni di età fino al periodo adolescenziale, e nessuno dei loro problemi sembra essere causato dall’orientamento sessuale dei genitori.

“Se le coppie sanno gestire il loro ruolo da genitori, e anche la loro relazione amorosa, sono in grado di crescere un figlio nel migliore dei modi, indipendentemente dal loro orientamento sessuale”, racconta Farr. “Questo è il primo studio che è riuscito a seguire i figli adottivi di coppie lesbiche, gay ed eterosessuali, dall’infanzia fino all’adolescenza. Gli studi longitudinali come questo, basati su ripetute osservazioni in un lungo margine di tempo, sono infatti l’ideale per indagare i fattori che influenzano il corretto sviluppo di un bambino”.

I bambini che hanno dimostrato di aver avuto minor problemi comportamentali in un arco di tempo di circa dieci anni sono quelli i cui genitori adottivi sono risultati meno stressati. Non a caso, gli ottimi equilibri famigliari osservati quando i bambini si trovavano già in età scolare erano stati in qualche modo predetti dai bassi livelli di stress della coppia e dai scarsi problemi caratteriali dei bambini sin dall’infanzia. “In queste famiglie adottive, diverse l’una dall’altra per orientamento sessuale dei genitori, le dinamiche e gli equilibri di coppia contano molto più di come è strutturata la famiglia stessa”, continua ancora Farr.

La forza e l’affidabilità di questa ricerca si basa sull’osservazione di numerose caratteristiche come i problemi comportamentali dei bambini, i livelli di stress dei genitori, la solidità della coppia, le relazioni famigliari e il loro adattamento nel tempo, insieme ad altri svariati fattori. Un numero di dati non indifferente che potrebbe essere d’aiuto nel dirimere alcuni dubbi di interesse legale e politico legati ai diritti delle coppie dello stesso sesso. Nei soli Stati Uniti, infatti, circa 65.500 bambini, più del 4% delle adozioni totali, hanno dei genitori appartenenti a minoranze sessuali. “Uno studio come questo potrebbe avere tutte le caratteristiche necessarie per muovere il dibattito pubblico a sostegno di queste minoranze e del loro diritto ad avere una famiglia”, conclude Farr.

Mattia Maccarrone

Bagno 468x60

Banner USP Image Banner 500 x 500

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO