PUBBLICITA'- RISTORANTE IL FEUDO

BOTTONI [1]

mercoledì 23 settembre 2015

in breve, cosa significa essere pansessuale

Non molto tempo fa, una studentessa che conosco da una vita ha fatto coming out con me (dal momento che anche io lo avevo fatto con lei, sembrava logico fare lo stesso). Ridendo per il fatto che entrambe pensavamo che l'altra sapesse, alla fine siamo riuscite a parlare delle nostre ragioni per uscire allo scoperto.

"Bisessuale", ho detto io.

"Sì, potresti usare questo termine", mi ha risposto parlando di sé stessa "Io mi identifico come pansessuale, ma è più facile dire bisex".

Pan-cosa?

Dopo circa quattro decenni e mezzo sulla terra, avevo finalamente capito di essere bisessuale. Adesso c'era un'altra definizione da considerare? Non c'è da stupirsi che avessi mal di testa.
L'episodio mi è tornato in mette la settimana scorsa, quando ho visto Miley Cyrus dire al mondo di essere pansessuale. Ero piuttosto confusa.

Come faccio spesso, ne ho parlato con alcuni dei miei studenti al GSA(Gay /Straight Alliance) durante la pausa pranzo. Di solito, sono sempre più aggiornati di me e pensavo che conoscessero il significato di questa parola. Ho raccolto risposte molto interessanti.

"Quando ti piacciono tutti".

"è quando ti piacciono le pentole" ("Pan" in inglese significa anche "padella")

"Le piace il tizio greco metà uomo e metà cavallo" (si riferisce al Dio Pan).

"Non era un cavallo, ma una capra"

"So chi è quel tipo! Era nel primo capitolo delle "Cronache di Narnia".

A questo punto, ho capito che il loro essere "più aggiornati" non dava i risultati sperati. Neanche io ero di grande aiuto: "Ma se ti piacciono tutti, non sarebbe più giusto dire "globalsexual"?

E con quest'ultima affermazione, il pranzo poteva dirsi concluso.

Quella settimana, una studentessa spulciò un po' di informazioni su internet per scoprire il significato della parola "pansessuale". Al nostro incontro successivo, si presentò con una serie di scoperte che iniziarono a chiarici un po' la faccenda.

• Le persone bisessuali sono attratte sessualmente e sentimentalmente sia dagli uomini che dalle donne, e sono capaci di avere relazioni sessuali con entrambi i sessi. Le persone pansessuali possono essere sessualmente attratte da individui sia maschi che femmine. Tuttavia, possono essere anche attratte da coloro che si identificano come intersessuali, appartenenti al terzo sesso, androgini, transessuali e da tante altre identità sessuali e di genere"

• "Sia le persone bisessuali che quelle pansessuali, possono provare desiderio verso persone appartenenti a diversi gender. Le persone attratte da più di una, da due, da molteplici o da tutte le identità sessuali, possono identificarsi come bisessuali o pansessuali: la parola utilizzata per definire la loro identità sessuale non rispecchia il numero delle identità di genere da cui possono essere attratte".

A questo punto, devo sottolineare che esistono migliaia di siti diversi dove si possono trovare queste informazioni. Mi sono piaciute queste due definizioni perché trattano l'argomento in maniera distaccata, non emotiva.

(A differenza di siti come Yahoo Answer che sembrano popolati di idioti o di "intellettuali". Fatevi questa domanda. Che razza di sito permette alle persone di votare la risposta migliore? Se la vostra domanda riguarda una ricetta, ok. Ma quando l'argomento presuppone dati e informazoni concrete, ci sono risposte corrette e risposte sbagliate. Lasciare che le persone, perlopiù degli idioti, votino su cose del genere è la cosa più stupida che abbia mai visto).

Comunque, torniamo a quel pranzo. Tutti noi lì presenti eravamo in ascolto e , anche dopo che la studentessa ebbe finito di leggere, restammo in silenzio. Alla fine, uno di noi ruppe ogni indugio e disse : "Ci sono più di due generi sessuali? Ma come?! Ho appena capito che me ne piacciono due!".

Sì, ero io. In tutta onestà, anche altre persone a quel pranzo erano d'accordo con me. Semplicemente non lo avevano detto ad alta voce. Oppure non volevano sputacchiare briciole sugli altri commensali e aspettavano di non avere più la bocca piena.

Qualunque sia il motivo, l'idea che ci siano più di due generi non viene discussa tanto spesso. Insegno in una scuola di vedute piuttosto ampie, ma di certo durante la lezione di biologia non parlano di più di due sessi. Durante le lezioni di inglese, quando nelle conversazioni si parla di una persona LGBTQ di solito è un gay oppure una lesbica.

In TV o al cinema, appaiono persone etero, gay o bisessuali. Fino all'esternazione di Miley Cyrus non avevo mai sentito la parola "pansessuale" in TV... anche se io ho solo la TV via cavo, forse è questo il motivo.

Quindi sentire che ci sono più di due gender può confondere. Onestamente, va anche molto oltre la capacità di compresione di alcune persone. Preferiscono dedicarsi a qualcosa di meno complicato, ad esempio dove trovare una buona ricetta per la cena.

Odio farlo a mia volta. Quindi mi sono sforzata di capire la questione "multi-gender" a modo mio. Non è stato facile, ma per il momento il mio pensiero è questo:

Se vi chiedessi di indicarmi con le dita il numero dei generi esistenti, probabilmente alzereste due dita, l'indice e il medio. Due generi, due dita, semplice.

Ora alzate di nuovo due dita, ma stavolta il pollice ed il mignolo.

È possibile ammettere che ci siano più di due generi. Perché, proprio come le tre dita che ci sono tra il pollice ed il mignolo, vi sono altre identità tra le due che conosciamo meglio. Forse troppe per nominarle tutte, ma sono lì. In realtà, in quello spazio vi sono tutte le questioni riguardanti la sessualità, l'identità, l'espressione di sé tra adulti consenzienti.

Il gender non è un sistema binario, basato sulle caratteristiche biologiche di un apparato riproduttivo.

È un insieme di molti elementi, di molte decisioni e di cose che, invece, non sono state scelte affatto.

E con questo, sono sicura sia tutto più chiaro, vero?

No, forse no. Ammetto che è ancora una specie di rompicapo. Adesso capisco perché la mia giovane amica mi aveva detto "...è più facile dire bisessuale". Aveva ragione.

Se tutto va come spero, un giorno non sarà più così.


Raina Bowe

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO