BOTTONI [1]

sabato 2 maggio 2015

#italianononèuncolore; la campagna di sensibilizzazione di "Questa è Roma"


Nata da un idea di giovani italiani (di diritto e/o di fatto) che di fronte alle quotidiane difficoltà di accettazione hanno sentito la necessità di affermare il loro senso di appartenenza ad una società che sentono propria nonostante gli evidenti ostacoli legislativi e culturali.

#italianononèuncolore non è semplicemente una serie di scatti fotografici, ma è il ritratto dell’Italia di oggi che ha uno sguardo di speranza rivolto al domani.

Una fotografia per dare speranza e fiducia ai tantissimi giovani che non si sentono rappresentati o tutelati da una politica lenta e troppo impegnata a guardarsi allo specchio e a rincorrere il consenso, in un momento in cui i sentimenti di odio e di disprezzo si fanno sempre più aspri.

 #italianononèuncolore, a suo modo, vuole essere anche un punto di riferimento per tutti coloro che, consapevoli che l’Italia è cambiata, credono nel valore delle diversità appartenenti ad uno stesso popolo.


Oggi il nostro Paese è fatto di mille sfaccettature, di mille volti, colori e storie che sempre di più si intrecciano con l’identità italiana.

In risposta a tutti quelli che affermano che non esistono italiani gialli,neri,rossi o mulatti, noi abbiamo deciso di rispondere così: #italianononèuncolore!


Abbiamo chiesto ai protagonisti della campagna di dipingersi di bianco il volto, come segno di provocazione alla retorica della della “bianchitudine culturale”.
“Ora che sono bianco posso avere gli stessi diritti e desideri di un qualunque altro cittadino?”

Adesso posso sognare, amare, giocare, sbagliare, sorridere, decidere, gioire, votare?
Adesso posso avere speranza, giustizia, opportunità, diritti?
Adesso posso essere libero?
Adesso sono italiano?

Abbiamo favorito l’anonimato a favore dell’unica specie a cui tutti apparteniamo, quella umana.

Questa campagna non vuole chiudersi sui temi delle diversità, ma vuole aprire un dibattito sull’accesso alle opportunità da parte di tutti, toccando svariati temi che appartengono a diverse estrazioni sociali, al di la delle origini e dei tratti somatici: giovani, anziani, famiglie, bambini, lavoratori, studenti, disoccupati, ecc…


Il momento storico che la nostra società sta attraversando, richiede un impegno comune affinché le battaglie sui diritti non diventino compartimenti stagni ma confluiscano in un’unica rivendicazione sociale di tutti!







0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO