BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

domenica 16 novembre 2014

a Perugia, professore riempie di botte un suo studente : " essere gay è una brutta malattia "

Gravissimo episodio di omofobia nella provincia di Perugia. Un prof picchia il suo studente urlando: «È brutto essere gay».

Ennesimo caso di omofobia a scuola. Secondo quanto riportato dal Corriere della sera, nella provincia di Perugia, un quattordicenne è stato picchiato ed insultato da un professore. La settimana scora durante una lezione il professore ha detto: «Essere gay è una brutta malattia» guardando fisso lo studente e in seguito chiamandolo per nome e cognome. Poi avrebbe rincarato la dose: «Certo che dico a te, è brutto essere gay. Tu ne sai qualcosa». Lo studente però ha reagito rispondendo a tono all’insegnate: «Sicuramente, da quando conosco lei». Secondo alcuni testimoni il professore ha preso a calci le gambe del ragazzo, gli ha dato due pugni sulla spalla e gli è saltato al collo.


In un primo momento il protagonista di questa terribile vicenda non ha detto nulla alla coordinatrice di classe. È tornato a casa e ha cercato di far finta di niente. Solo quando i genitori hanno notato che zoppicava alla fine ha confessato. È stato portato in ospedale e gli hanno riscontrato un grosso ematoma alla coscia. Dopodiché, la famiglia del ragazzo ha querelato il professore. Nel frattempo, la preside ha deciso di spostare il ragazzo di sezione in modo che non possa più incontrare il professore. E noi speriamo che questa persona venga quanto prima espulsa da ogni scuola italiana.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO