BOTTONI [1]

martedì 19 novembre 2013

il Vaticano premia un giovane scienziato gay

Ha solo 16 anni ed è considerato una delle menti più brillanti della sua generazione. Ha trovato un modo per diagnosticare il cancro al pancreas. Il Vaticano gli ha consegnato il premio “Sciacca”.

Il premio Internazionale Giuseppe Sciacca assegnato ogni anno dal Vaticano è andato quest'anno ad un giovane scienziato gay statunitense. Jack Andraka, appena 16 anni, è stato insignito del riconoscimento da Papa Francesco durante una cerimonia svoltasi in Vaticano durante la quale gli sono stati riconosciuti i meriti per avere trovato un metodo che permette di diagnosticare il cancro al pancreas in tempi più veloci di quanto non si faccia attualmente.

Considerato una delle menti più brillanti della sua generazione, il giovane statunitense ha commentato così: 


"E' fantastico essere riconosciuti dal Vaticano, specialmente come scienziato gay. Voglio dire, una cosa del genere qualche anno fa sarebbe stata impensabile.Essere parte di questo ponte verso il progresso è davvero fantastico". "Questo mostra quanto il mondo sia cambiato nell'accettare che le persone sono gay e sono lgbt" ha concluso il ragazzo che ha fatto la sua scoperta quando aveva solo 15 anni, dopo la morte di un amico di famiglia proprio per un cancro al pancreas, considerato uno dei più mortali.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO