BOTTONI [1]

lunedì 16 settembre 2013

Canberra : il governo locale dice sì al matrimonio gay

Il governo del territorio in cui si trova la capitale dell'Australia, legifererà in favore del matrimonio egualitario. A comunicarlo, il primo ministro: "Dovrebbe farlo il parlamento federale". 

Il governo del territorio che ospita la capitale australiana Canberra ha annunciato che legifererà in favore del matrimonio egualitario, diventando così la prima giurisdizione australiana a farlo.

"Siamo orgogliosi di essere la giurisdizione a cui gli altri guarderanno come guida nelle riforme legislative - ha dichiarato il primo ministro dell'Australian Capital Territory Katy Gallagher, specialmente in tema di diritti umani e di uguaglianza".

"Preferiremmo vedere il governo federale legiferasse a livello nazionale - ha aggiunto - ma in assenza di questo, agiremo per il popolo del nostro territorio".

Una volta entrata in vigore, la legge permetterà alle persone che, secondo il Commonwealth Marriage Act del 1961, non si possono sposare, tra cui le coppie gay, di unirsi in matrimonio quanto meno nel territorio di Canberra.

"Siamo determinati ad eliminare le discriminazioni contro le coppie dello stesso esso e le loro famiglie" ha chiosato Gallagher.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO