PUBBLICITA'- RISTORANTE IL FEUDO

BOTTONI [1]

venerdì 12 luglio 2013

via Rasella e le Fosse Ardeatine, Paolo Brogi : " Pippo Baudo cavalca squallidi argomenti della propaganda di destra "

Ancora disinformazione su via Rasella e sulle Fosse Ardeatine. Lunedì sera Pippo Baudo si è avventurato con la sua trasmissione su Raitre in vieti argomenti tipici della propaganda di destra. 

Attentato terroristico, responsabili che non si presentarono ai tedeschi, vittime come don Pietro Pappagallo “innocenti”. Insomma un calderone degli argomenti e dei falsi in genere usati dalla destra, stavolta ripresi da Baudo.

Rosario Bentivegna ha passato la vita a combattere questo revisionismo di bassa lega, la sua ultima vittoria in Tribunale è stata una condanna nel 2009 a Maurizio Belpietro per diffamazione. Proprio su queste cose.
Caro Baudo, diciamop che sei piuttosto disinformato.

I partigiani di via Rasella non si sono presentati ai tedeschi per la semplice ragione che erano in guerra e non dovevano certo andarsi a mettere nelle mani dei nazisti. Poi è un falso in ogni caso che siano stati invitati a presentarsi. Dietro l’argomento del non essersi presentati c’è il falso del manifesto (mai esistito) appeso sulle strade di Roma, c’è il falso dell’appello radiofonico (mai fatto) ecc ecc. Tutta materia ampiamente documentata, riscontrata, definita da tempo una volta per tutte.

Tra l’attentato e la strage sono passate solo 24 ore. Il comunicato dei tedeschi (“l’ordine è stato eseguito…”) fu pubblicato dal Messaggero a strage compiuta.

Si potrebbe proseguire a lungo. Mi fermo qui. Invitando la Rai a monitorare i propri programmi e ad evitare simili disinformazioni.

Paolo Brogi

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO