BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

giovedì 11 luglio 2013

primo sì alla legge contro l'omofobia. i 'grillini' : " è una truffa "

La Commissione Giustizia della Camera ha dato il via libera al testo che sarà discusso in Aula. Ma Rete Lenford chiede alcune modifiche. Parole dure dal M5S. 

Approvato il testo base della legge contro l'omofobia che mira ad estendere la legge Mancino contro i crimini d'odio alle persone omosessuali e transessuali. La Commissione Giustizia della Camera ha licenziato gli articoli che saranno sottoposti alla discussione e al voto dell'Aula a partire dal 22 luglio.

<< Penso che il lavoro collegiale che ha visto protagonisti in Commissione tutti i gruppi parlamentari e l’altro relatore, Leone, sia stato un esempio di buona politica>>, ha commentato Ivan Scalfarotto, relatore della proposta di legge per il Pd. << Spero che il provvedimento arrivi in Aula e sia discusso con lo stesso spirito di condivisione e di ascolto>>, ha concluso.

Fra i sostenitori della legge, non tutti però sono convinti che il risultato uscito dalla commissione sia quello giusto. L'associazione di giuristi e avvocati Rete Lenford, ad esempio, auspica due modifiche da parte dei deputati: il ripristino della definizione di "identità sessuale", presente nel testo originario, senza la quale si rischia di escludere dai beneficiari della legge le persone transgender; l'estensione di tutte le ipotesi di reato d'odio già previste dalla Legge Mancino, anziché la sola discriminazione.

Più duro il giudizio dei deputati Cinque Stelle. Secondo i cittadini guidati da Grillo, i colleghi del Pd avrebbero svenduto la legge trasformando la in una vera truffa per compiacere il PDL con cui sono al governo. Senza i voti del movimento, difficilmente il testo potrà avere voto favorevole.

Il termine per gli emendamenti scade martedì prossimo, 16 luglio.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO