PUBBLICITA' - WIND

BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

giovedì 24 gennaio 2013

elezioni 2013, Ignazio La Russa sulle adozioni per gli omosessuali : "Ho forti perplessità, inducono bambini incolpevoli a crescere gay"

"Crescere con due papà prima di tutto è una induzione ingiustificata a crescere gay, può farlo, ma deve essere una scelta del bambino. Sono contrarissimo alle discriminazioni sessuali contro i gay, sia chiaro, ma ho forti perplessità sull'adozione perché pongo al primo posto la tutela del bambino stesso".

Lo ha dichiarato Ignazio La Russa, fondatore e candidato del partito Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale, davanti alle telecamere di "KlausCondicio" - il salotto tv condotto da Klaus Davi - rispondendo alla domanda "Secondo lei dal crescere con due papà che problemi psicologici possono nascere?".

"Prima di tutto -prosegue La Russa- è un'induzione ingiustificata a crescere come gay; può farlo, certo, ma deve essere una sua scelta. Secondo me il diritto naturale, oltre che la nostra Costituzione, ci porta a una coppia formata da un uomo e da una donna. Il modello ipotizzato non va bene perché quello che va tutelato è il diritto di un bambino di poter scegliere dopo, in autonomia, e, se non può scegliere, come non possiamo scegliere noi che siamo nati con un padre e una madre, tutte le altre opzioni non possono essere imposte a un bimbo. In linea di massima posso immaginare - abbiamo esempi

soprattutto cinematografici e, per la verità, nella vita io non ne ho visti molti - una coppia gay che alleva benissimo un figlio o una

figlia. Può capitare, non lo escludo, ma immaginare che possa essere un modello è sbagliato. E' anche una menomazione, una limitazione del diritto dei bambini di poter godere dell'affetto di persone di sesso
diverso, cosa che dà equilibrio".

"In definitiva - conclude il fondatore di Fratelli d'Italia - noi diciamo no all'adozione da parte di coppie gay anche perché sappiamo che tante donne che vivono con altre donne, lesbiche insomma per usare un termine comune, stanno già aggirando la norma delle adozioni perché, grazie alla fecondazione, fanno un bambino all'estero e poi tornano in Italia. Con una coppia gay come genitori cresce comunque un innocente, incolpevole bambino che magari vorrebbe avere un papà e una mamma e non due mamme".


Non entriamo in un governo con indagati. “Comunque ci opporremmo decisamente, anche a costo di non entrarvi, a un Governo che avesse condannati, anche solo in primo grado. Naturalmente non voglio essere ipocrita, questo vale per tutti, ma non tocca noi decidere il compito ed il ruolo di Berlusconi”.

Monti sexy? Forse piace ai gay “Monti ha sex appeal? Mah, forse per i gay”. Sollecitato da Klaus Davi, Ignazio La Russa, fondatore e candidato del partito Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale, ha scherzato su Mario Monti e il suo presunto sex appeal.

Fecondazione? Si a eterologa ma con paletti rigidi “Se lei mi garantisse che non ci sarebbe alcuna possibilità di abuso e che questi verrebbero puniti, io non sarei contrario alla fecondazione eterologa. Preciso di parlare a titolo personale”.

Lo stipendio me lo tengo “Certo che me lo tengo, perché altrimenti significherebbe che rifiuto. Le posso dire una cosa, controlli, lo faccia questo piccolo esercizio. Poiché le nostre dichiarazioni dei redditi sono pubbliche, come lei sa, controlli il mio reddito prima di fare il Ministro e controlli il reddito durante e dopo aver fatto il Ministro. Siccome per tre anni ho lasciato la professione a mio figlio e agli altri, ho avuto un piccolo calo, non me ne vanto quasi mai ma è una verità, ne sono un po’ orgoglioso”.

La Russa: Vicenda Parma non è un caso isolato per il Pdl “Non conosco bene la vicenda, ma da quello che ho visto non è un caso isolato. Io credo che uno dei motivi per cui il Popolo della Libertà non è più la nostra casa, senza per questo minimamente accusarlo, è perché all’interno di un partito così grande c’era difficoltà ad affermare i principi di legalità”.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO