BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

venerdì 29 giugno 2012

ancora omofobia, a Milano


Due 23enni nel mirino di un gruppo di coetanei all'uscita dal teatro Strehler, dove si stava tenendo il festival del cinema gaylesbico. La denuncia di Arcigay: "episodi legittimati da silenzio e paura"

Aggressione omofoba in tram mentre si festeggia la vittoria dell'Italia. E' successo giovedì notte a poca distanza dal teatro Strehler, a Milano, dove si stava concludendo il Festival Mix di cinema gaylesbico. Due 23enni sono stati prima insultati, minacciati con un coltello e aggrediti con pugni e schiaffi da un gruppo di coetanei che li avevano individuati sul tram 14 preso alla fermata Lanza. A denuciarlo è l'Arcigay.

"Fortunatamente l'aggressione si è conclusa senza eccessivi traumi grazie al coinvolgimento di un passeggero", fanno sapere dall'associazione. I ragazzi stanno bene e hanno sporto denuncia presentando il referto medico che predispone alcuni giorni di prognosi. "Qualcuno che diceva 'problemi loro' - dice Marco Mori, presidente del circolo Arcigay Milano - oggi può verificare che le aggressioni e le violenze che le persone omosessuali subiscono sono problemi di tutti. E certi campioni dovrebbero dare l'esempio in campo e nella vita perché, non sembrerebbe, è fuori dagli stadi che abbonda l'ignoranza. E' paradossale pensare che mentre il sagrato del Piccolo viveva una festa nella festa per la conclusione del Mix e la vittoria della Nazionale, alcuni cretini hanno potuto compiere aggressioni quasi indisturbati e legittimati dal silenzio e della paura di chi per vari motivi si trova di fronte a gozzoviglie oltre alla soglia della legalità".


0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO