PUBBLICITA' - WIND

BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

venerdì 15 luglio 2011

Paolo Violi : “uno zoo di omofobi” a “Radio 105”

Una transessuale, risentita per i contenuti omofobi della trasmissione “lo zoo di 105” di “Radio 105” querela la trasmissione radiofonica scatenando sulla bacheca su “facebook” della trasmissione “lo zoo di 105” una valanga di aberranti offese ai danni di uomini e donne omosessuali e transessuali.

Oltre alla televisione [dopo l’ episodio di “ delirio da ‘Grande Fratello’ di Nando Colelli ripreso dalle telecamere de ‘Le Iene’] anche la radio è teatro di aggressioni e offese nei confronti delle persone omosessuali e transessuali.

Una indiscutibile volontà diffamatoria nei confronti di gay e lesbiche nel nostro paese, esiste e si esprime in tutta la sua drammaticità.

Denunciamo ancora una volta la chiara condizione di insicurezza della comunità glbtq.

Riscontriamo una netta escalation di intolleranza e di violenza a danno delle persone omosessuali.

Ci sembra opportuno rilevare come accanto a questo episodio di intolleranza e di profonda ignoranza, permanga, anche in questo caso spesso irrisolta, una questione culturale di fondo, relativa al linguaggio e all’approccio adottati dalle istituzioni e dai mezzi di comunicazione nell’affrontare situazioni del genere.

Sono aberranti i commenti, sulla bacheca di “facebook” della trasmissione “lo zoo di 105” di “Radio 105”. Denotano un livello altissimo di ignoranza e un odio smisurato contro uomini e donne omosessuali e transessuali.

C’è però poco da stupirsi. L’episodio di “ delirio da ‘Grande Fratello’ di Nando Colelli non è così tanto isolato come qualcuno ha voluto far credere subito dopo la messa in onda del servizio a cura de ‘Le Iene’. Tant’è Nando Colelli è esclusivamente una mela marcia della società come chi conduce, ascolta e bazzica la bacheca su “facebook” della trasmissione “lo zoo di 105” di “Radio 105”.

Ci smentiscano Marco Mazzoli, Gibba, Alan Caligiuri, Maccio Capatonda, Enrico Venti, Luigi Luciano. Nessuno di loro ha espresso ancora alcuna considerazione sui contenuti e sui toni delle aberranti offese ai danni di uomini e donne omosessuali e transessuali.

Paolo Violi
[GAJAMENTE – CRITICAL FORUM GLBTQ]

PUBBLICITA' - GIORDANO