BOTTONI [1]

sabato 11 giugno 2011

tutti contro Lady Gaga ma c'è chi li manda a ... "GAGAre"

Alcuni manifesti ironici contro le dichiarazioni di Giovanardi, Binetti e Buttuglione, sono apparsi oggi per le strade di Roma. Inneggiando all'Italia gay, gli autori mandano gli omofobi a "GAGAre".

Mancano solo un giorno all'attesissima esibizione di Lady Gaga all'Europride e le polemiche non acennano a placarsi.

Mentre Giovanardi continua la sua campagna preventiva nei confronti di quello che potrebbe o non potrebbe dire la pop star dal palco del Circo Massimo, si unisce al coro anche la senatrice Paola Binetti.

"Qualora Lady Gaga dovesse insultare il Papa, chi l’ha invitata se ne dovrà assumere la responsabilità - dichiara l'onorevole e psichiatra -. Come reagirebbero gli italiani se Lady Gaga dovesse attaccare la Costituzione italiana sostenendo che discrimina i gay perché prevede i matrimoni fra uomo e donna?".

Tutti contro Lady Gaga ma c'è chi li manda a... Ma a rispondere a tutti coloro che da giorni continuano a rilasciare dichiarazioni contro l'Europride e soprattutto contro la temutissima Lady Gaga, sono apparsi oggi dei manifesti davanti alla sede della Stampa Estera, in via dell'Umiltà, a Roma.

I manifesti ritraggono Rocco Buttiglione, Paola Binetti, Carlo Givanardi e Daniela Santanché, quattro tra i più accaniti oppositori dell'Europride, e sopra di loro campeggia la scritta: "No omofobia, mandiamoli a GAGAre".

Tutti contro Lady Gaga ma c'è chi li manda a... Più in basso, sotto le foto, un'altra scritta recita: "L'Italia è gay. Diritti come in Europa e Usa". I manifesti non sono firmati, ma secondo alcuni gli autori sarebbero di un fan club di Lady Germanotta. Certo è che probabilmente, l'arma dell'ironia potrebbe essere la più efficace per prepararsi a quella che si annuncia come una giornata memorabile.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO