PUBBLICITA'- RISTORANTE IL FEUDO

BOTTONI [1]

giovedì 21 aprile 2011

la salma di Arrigoni torna a casa

E' rientrata in Italia, con un volo dell'Alitalia dal Cairo, la salma di Vittorio Arrigoni, il volontario ucciso a Gaza. Dall'aeroporto di Fiumicino la salma e' stata poi trasferita a Roma dove in serata si e' svolta una veglia di preghiera.

Il feretro era avvolto da una grande bandiera palestinese, con sopra delle rose, retta da decine di pacifisti italiani e palestinesi. Intorno altre bandiere palestinesi e cartelli che circondano tre striscioni che riportano la foto di Vittorio Arrigoni ed alcune scritte di solidarieta'. A bordo dell'aereo c'era anche Osama, l'amico palestinese che era andato da Londra dal Cairo per accompagnare il feretro nel viaggio di ritorno.

E' stato lo stesso Osama che poi, sottobordo dell'aereo, ha liberato la bara dal cellofan che la proteggeva, prima di stringere in un abbraccio i familiari. All'aeroporto c'erano numerosi amici di Arrigoni, pacifisti, simpatizzanti e rappresentanti delle associazioni palestinesi a Roma che indossavano le kefiah, magliette bianche con su scritto 'Grazie Vick'. A rendere omaggio al pacifista italiano c'era anche una delegazione del presidente palestinese Abu Mazen.

In serata il feretro e' stato successivamente trasferito nell'istituto di medicina legale della Sapienza dove verranno eseguiti l'autopsia e gli accertamenti medico legali. La salma di Vittorio Arrigoni dovrebbe poi raggiungere domani sera Bulciago, paese d'origine del pacifista.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO