BOTTONI [1]

lunedì 23 agosto 2010

l'omosessualità è innanzitutto progresso, libertà, consapevolezza

LETTERA APERTA A TUTTI GLI OMOSESSUALI ITALIANI. QUESTO ARTICOLO VUOLE ESSERE UN APPELLO A TUTTI VOI PERCHE' SIATE I CONSAPEVOLI COSTRUTTORI DI UN FUTURO CHE PORTERA' LA VOSTRA IMPRONTA, NELLA COSCIENZA DEL VOSTRO INSOSTITUIBILE CONTRIBUTO CULTURALE E SOCIALE.

Mi voglio rivolgere a voi in tutta sincerità, non per essere presuntuosa pensando che abbiate bisogno della mia conoscenza, ma perchè ritengo mio irrinunciabile dovere dare il mio piccolo contributo e il mio impegno alla rinascita dei valori e alla diffusione della consapevolezza, nell'amara constatazione che molti di voi, purtroppo, sono ancora inquinati da ideologìe barbare e disumanizzanti, con le quali ci hanno separato da ogni valore della natura e dell'intelligenza,e con le quali ogni cittadino di questo Paese è stato plagiato fin dalla nascita, aberrazioni da cui è difficile affrancarsi, soprattutto per le generazioni non più giovanissime, perciò spesso ci si ritrova confusi e divisi: questo crea debolezza e vulnerabilità di fronte a chi vuole il perpetuarsi di una società barbara, triste eredità del fascismo alleato del clero; siamo testimoni e protagonisti di un regime ANTICOSTITUZIONALE, ANTIDEMOCRATICO, ANTIEUROPEO,ILLEGGITTIMO,frutto di un complotto crudele e sinistro messo in atto da poteri criminali (mafia-Vaticano-fascismo) che tengono in ostaggio il nostro Paese ai fini della propria sopravvivenza e cercano di isolarlo da ogni progresso e da ogni emancipazione culturale dei cittadini. Ritengo di ripetere cose banali e risapute per qualsiasi mente libera e razionale, cose di cui ognuno di voi è certamente consapevole.

L'ETEROSESSUALITA' COME PRINCIPIO E' UN'INVENZIONE: L'UOMO E' FONDAMENTALMENTE BISESSUALE.

L'essere umano è fondamentalmente e naturalmente bisessuale, e questa sarà la principale conquista del futuro e del progresso. Se così non fosse, ci sarebbe una grave limitazione delle prospettive umane, e, se così non fosse, l'uomo sarebbe assimilabile all'alienante e incosciente catena riproduttiva degli animali bruti, non avrebbe la possibilità di relazionarsi con la profondità e l'infinità della sua essenza. La parola "eterosessuale"è vana e senza senso, poichè la natura umana non conosce classificazioni e delimitazioni,è una furba invenzione ed una forzatura di coloro che, durante i secoli, hanno voluto ridurre l'essere umano ad un contesto puramente riproduttivo e limitante, poichè, ricordiamolo, il controllo e l'oppressione della sessualità, soprattutto contro le sue espressioni più nobili, è il principale strumento per poter dominare sui popoli e sulle masse incoscienti. Essendo la sessualità fulcro ed origine di ogni capacità e potenzialità umana, intellettiva e creativa, ne consegue che una sessualità limitata corrisponderebbe alla limitazione di ogni altra caratteristica e capacità evolutiva, con la conseguente riduzione dell'essere umano a puro animale il cui scopo è riprodursi all'infinito in un meccanismo alienante, a vantaggio di poteri parassitari, senza la capacità di relazionarsi con sè stesso e di poter sublimare i propri sentimenti, in un circolo vizioso di degradante mediocrità. Questo doveva essere il progetto disumanizzante, attraverso il controllo sessuale, delle tre manifestazioni del male assoluto: cristianesimo, ebraismo, islam, al fine d'immiserire e desertificare, mediante la creazione di un'umanità omologata e schiavizzata. La bisessualità fondamentale e, soprattutto, l'omosessualità, sono presupposti indispensabili e inscindibili dall'evoluzione, dalla capacità dell'uomo di conoscere sè stesso e dalla libertà conseguente all'espansione dei sentimenti e quindi della coscienza e conoscenza. L'omosessualità è uno dei più grandi valori che la natura ha donato all'uomo per la sua evoluzione, un valore indissolubile dallo stesso "essere umani", è il presupposto fondamentale di ogni evoluzione psichica e sociale dell'umanità, e sarà il principale impulso alla ricostruzione della civiltà e al recupero di tutto ciò che è stato sottratto alle capacità e alle potenzialità degli individui in 2000 anni di immiserimento, di devastazione e di barbarie. Inutile aggiungere che l'omosessualità rappresenta il più grande incubo di parassiti religiosi e di regimi totalitari, poichè incarna lo spirito libero e costituisce l'affrancamento da ogni limitazione e mediocrità, e, soprattutto, DA OGNI REGIME.PERCHE' L'OMOSESSUALITA' E' INVISA AI POTERI AUTORITARI ED ASSOLUTISTICI ? NON E' IL SESSO CHE SPAVENTA DITTATURE E RELIGIONI PARASSITARIE : E' L'AUTODETERMINAZIONE, SONO I SENTIMENTI, E' LA LIBERTA' DELL'INDIVIDUO ADULTO PADRONE DELLE PROPRIE SCELTE E FAUTORE DEL PROPRIO DESTINO.

Cos'è che rende l'uomo libero? Cos'è che distingue un vero uomo da un succubo e da un proletario? E'IL SENTIMENTO: il sentimento ti rende libero, ti nobilita, fa sì che nessuno ti possa sopraffare, perchè è proporzionale all'autocoscienza e all'evoluzione psichica dell'individuo. Un individuo cresciuto in comunità sottoculturate, o nello squallore di società barbare e oppressive, il quale non ha avuto la possibilità di crescere, di evolvere le proprie potenzialità, di costruirsi come persona...un individuo immiserito da tutte queste avversità, non sarà in grado di provare gli stessi sentimenti consapevoli di un individuo che abbia avuto la possibilità di crescere e di formarsi come persona nella propria realizzazione, perchè questi sono strettamente legati alla sua valorizzazione e alla libertà. UNO SCHIAVO NON POTRA' MAI AMARE, SOLO L'UOMO LIBERO PUO'ACCEDERE A QUESTO DONO, OVVERO L'UOMO CHE AMA E CHE CONOSCE SE' STESSO. L'omosessualità e la bisessualità sono un dono che rende liberi da ogni potere autoritario il cui principale strumento di oppressione è la famiglia tradizionale, intesa dai regimi come animalesco convegno di esseri banalizzati, il cui unico scopo è la prolificazione, e le cui uniche relazioni sono quelle dell'autorità. Questa è la principale arma di cui i regimi si servono per controllare le masse, strumento a cui tengono più di ogni altra cosa, e che hanno un assoluto terrore di perdere; per questo ribadisco, e lo farò ovunque mi sarà possibile, che l'apporto culturale, sociale e umanistico degli omosessuali e delle famiglie omosessuali (dette anche "famiglie arcobaleno"), sarà irrinunciabile per la costruzione di una nuova civiltà e per l'emancipazione dell'intero genere umano dalle malattie dell'anima diffuse dalle religioni parassitarie, da ogni regime e da tutto ciò che si oppone alla realizzazione e alla valorizzazione dell'umanità.

Alessia Birri

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO