BOTTONI [1]

domenica 27 giugno 2010

è morta la compagna Rina Gagliardi

Rina Gagliardi è morta. Aveva 63 anni, era nostra collega, compagna e grande amica. Era una ragazza del ’68 Rina, l’amore per la politica lo aveva scoperto alla Normale di Pisa con Adriano Sofri, Massimo D’Alema, Fabio Mussi. Aveva fatto parte del gruppo di giovani che, nei primi anni ’70, con Pintor, Rossanda e Parlato aveva dato vita al “manifesto”, e ci era rimasta per oltre venticinque anni. Poi aveva scelto un impegno politico più diretto, era entrata in Rifondazione, aveva codiretto Liberazione con Sandro Curzi, era stata senatrice e vicepresidente del gruppo Prc al Senato.

Questo giornale lo aveva fondato, sostenuto anche nei momenti più difficili. Da sola, Rina bastava a fare una mezza redazione. Sapere di averla al fianco bastava a darci sicurezza: una intuizione inaspettata, un punto di vista innovativo, un pezzo di scrittura brillante e profondo non ci sarebbero mai mancati.

Rina aveva poche passioni, ma molto, molto intense. La musica lirica, il suo uomo, Dado Morandi, e soprattutto la politica, intesa in tutte le accezioni del termine ad eccezione di uno che mai è riuscita a coinvolgerla e interessarla: la politica dei mestieranti di carriera. Rina voleva bene a molte persone, moltissime volevano bene a lei. Noi siamo tra quelle.


0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO