PUBBLICITA'- RISTORANTE IL FEUDO

BOTTONI [1]

mercoledì 14 aprile 2010

Carlo Di Pietro : "Bertone, sante e sagge affermazioni”


Tutti sanno che si procrea solo tra esseri di sesso differenti. La pratica della omossesualità è un attentato al genere umano e mira all'estinzione della razza umana. È inutile nascondersi dietro un finto buonismo ed una apparente tolleranza cristiana, questa ...

... perversa pratica è voluta dal Maligno, allontana l’umanità dalla verità e genera perversione e disgusto. Ostentare, peraltro, delle posizioni moralmente e sessualmente errate, induce il popolo mentalmente debole e, in special modo i giovanissimi, a cadere in forti errori e, oserei dire, anche ad avere esperienze omosessuali premature. La cronaca quotidiana ci insegna che sono centinaia, se non migliaia i casi denunciati in cui giovani ragazzi vengono indotti alla pratica omosessuale e, a causa di errate e deviate propagande, tanti giovanissimi e minorenni vengono mentalmente deviati ed indotti a credere che l'omosessualità è normalità.

Questo è sbagliato, moralmente scorretto e l'Ordine dei Medici, degli Psichiatri, la Cei, la Congregazione per la Dottrina della Fede, il telefono Azzurro e tutti gli organi preposti alla tutela dei minori, dovrebbero denunciare quotidianamente queste posizioni.

E' moralmente ingiusto e scorretto indurre i giovanissimi al peccato e promuovere nelle loro menti una finta idea di normalità, è forviante, deviante, anti crisitiano ed è reato.!!!!

Ribadisco il concetto che l'omosessualità non è umanamente corretta, in quanto una coppia gay non è in grado di procreare ed attenta quotidiamente alla procreazione ed alla sopravvivenza della razza umana. Ripeto, sarebbero da denunciare tutti coloro i quali diffondono messaggi amorali e devianti.

Per non parlare, poi, dei milioni di gay addescatori di minori e che, con i loro modi di fare buonisti, li introducono al dramma della malattia omosessuale. Anche questo è un grave reato! Intervenga la magistratura.

“…L'esecrabile vizio libidinoso contro natura; colpe per le quali i popoli e le nazioni vengono flagellati da Dio, a giusta condanna, con sciagure, guerre, fame e pestilenze…” (San Pio V, Costituzione Cum Primum, del 1 aprile 1566, in Bullarium Romanum, t. IV, c. II, pp. 284-286);
“…Il peccato contro natura grida vendetta al cospetto di Dio..” (San Pio X - Catechismo, N. 966);
“Inseguendo l'esistenza di atti intrinsecamente cattivi, la Chiesa accoglie la dottrina della Sacra Scrittura. L'apostolo Paolo afferma in modo categorico: - Non illudetevi: né immorali, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il Regno di Dio, 1 Cor. 6,9-10” (Giovanni Paolo II, Veritatis Splendor, cap. 81).

Adesso basta.! Le lobbies omosessuali devono smetterla di discriminare gli eterosessuali. Loro non sono certo migliori di noi. Intervenga il Legislatore contro la subdola e costante opera di conversione che le lobbies omosessuali fanno nei confronti di coloro che sono sessualmente e psichicamente fragili. Sono come i "Testimoni di Geova", ma qui si attenta alla razza umana ed alla sopravvivenza della specie.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO