PUBBLICITA' - WIND

BOTTONI [1]

BOTTONI [2]

lunedì 6 luglio 2009

il Comune di Sant'Arpino conferisce una medaglia d'oro a Maria Luisa

La giunta comunale di Sant’Arpino, paese d'origine della studentessa, in provincia di Caserta, ha deliberato il massimo riconoscimento per la ragazza aggredita a Napoli. Prosegue la raccolta firme.
La Giunta Comunale di Sant’Arpino, nel corso della seduta odierna, ha deliberato il conferimento della medaglia d’oro a Maria Luisa Mazzarella, la studentessa di 26 anni di Villa Literno, che lo scorso 23 giugno, nella centrale piazza Bellini a Napoli, nella circostanza di trovarsi a difendere un proprio amico omosessuale dalle offese e dalle violenze fisiche per opera di una gang di teste rasate, è stata lei stessa oggetto di un duro atto di violenza verbale e fisica che le ha procurato lesioni su tutto il corpo e l'ha esposta al rischio di perdere addirittura un occhio.
«Una gravissima aggressione omofoba, indegna di una società civile – hanno dichiarato il sindaco Eugenio Di Santo e l’assessore Elpidio Iorio, entrambi promotori dell’iniziativa – da condannare senza mezze misure e perpetrata ai danni di Maria Luisa, figlia della nostra terra aversana, che con raro coraggio ha difeso un suo amico omosessuale vittima dell'ignoranza, della violenza, del pregiudizio. Un preoccupante segno di intolleranza che si associa alle tante violenze dettate dall'odio nei confronti di cittadini con un differente orientamento sessuale e che spesso si consumano nell'indifferenza generale di coloro che vi assistono. Noi da un lato intendiamo ribellarci a queste pericolose culture e dall’altro valorizzare il gesto, il coraggio e la tenacia di Maria Luisa affinché diventi un riferimento per tantissime altre persone. Maria Luisa, in un territorio segnato da malaffare e degrado, per ciascuno di noi rappresenta una testimonianza orgogliosa di valori e di esistenza di positive esperienze. Dunque – concludono Di Santo e Iorio – con il conferimento della medaglia ringraziamo Maria Luisa per il suo gesto eroico e segnatamente per aver messo senza esitazione alcuna a rischio la propria stessa vita in difesa dell’altro».Con la delibera di giunta il Comune di Sant’Arpino ha anche aderito alla petizione promossa da Gay.it, Certi Diritti, Arcigay Napoli e I-Ken Onlus, per chiedere al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di assegnare una medaglia al valor civile a Marialuisa Mazzarella, a cui hanno già dato il loro appoggio molte personalità di spicco della politica ma anche dello spettacolo. Una copia della delibera comunale sarà notificata anche al Presidente della Repubblica e alle principali istituzioni campane.

0 commenti:

PUBBLICITA' - GIORDANO